· 

Distanza dal soggetto, dimensioni sul sensore e lunghezza focale

Oggi vediamo come gestire alcuni parametri fondamentali nella fotografia, che, oltretutto, ci aiuteranno ad acquistare l'obiettivo giusto.

 

Sicuramente tutti noi ci siamo posti delle domande;

 

A che distanza mi devo mettere per riprendere un soggetto alto 1,80 mt. possedendo un obiettivo da 50mm?

 

Quale lunghezza focale devo acquistare per riempire con l'immagine il mio sensore, alla distanza minima di messa a fuoco?

 

Tutto è riconducibile a delle semplici formule matematiche, dove tutti i valori dovranno essere espressi in millimetri.

 

Come calcolare la distanza dal soggetto:

Prendiamo una dimensione del soggetto in millimetri, moltiplichiamola per la lunghezza focale del nostro obiettivo e dividiamo il risultato nei millimetri con cui vogliamo impressionare il sensore.

 

Facciamo un esempio; una bicicletta lunga 1,60 mt. che corrispondono a 1600 mm., li moltiplichiamo per i millimetri della lunghezza focale, 50mm, otteniamo il risultato di 80.000 millimetri, che dividiamo per i millimetri con cui vogliamo riempire il sensore; es. sul 24x36 lo vogliamo riempire per 30 millimetri, quindi 80.000 diviso 30 otteniamo una distanza di 2.666 millimetri, cioè 2,6 mt. questa è la distanza a cui ci dobbiamo porre dalla bicicletta con un obiettivo di 50 mm per impressionare 30 dei 36 mm del sensore.


Come calcolare la lunghezza della focale:

Prendiamo la dimensione in millimetri con cui vogliamo impressionare il sensore, es. 30 mm. li moltiplichiamo per la distanza dal soggetto, es. la minima di messa a fuoco, 450 mm. il risultato lo dividiamo per le dimensioni del soggetto es. 140 mm. quindi per ottenere questo risultato abbiamo bisogno di una lunghezza focale di 96 mm.


Partendo da questa base possiamo riprodurre tutte le formule inverse.

edito da Luciano Soldatini



Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    Danilo (sabato, 06 agosto 2016 18:35)

    Al rovescio, se il fotografo ha usato un 300mm e il soggetto sembra ripreso ad una distanza di 1 metro, si può capire a che distanza approssimativa stava realmente ? Grazie

  • #2

    Luciano Soldatini (sabato, 06 agosto 2016 19:47)

    Ciao Danilo, l'unico parametro che manca è "il soggetto sembra ad una distanza di un metro" questa misura è molto soggettiva, se stampiamo una foto con un soggetto possiamo dire in modo molto approssimativo che un individuo a mezzo busto possa dare la sensazione che sia posto ad una distanza di circa un metro.

    Partendo da questa "sensazione" possiamo desumere che un mezzo busto di un soggetto sia di 90 centimetri, praticamente un uomo di 1,80 mt diviso in due.

    A questo punto abbiamo tutti i parametri per definire il calcolo;

    Dimensioni del soggetto 900 mm x lunghezza focale 300mm diviso per la dimensione h sul sensore 24mm risultato = 11.250 mm praticamente il fotografo è posto ad una distanza di 11,25 metri.

  • #3

    Sergio (venerdì, 27 gennaio 2017 09:14)

    ma il senso di tutto questo ? è poco pratico fare questi calcoli sul campo e quindi sono inutili

  • #4

    Luciano Soldatini (venerdì, 27 gennaio 2017 18:35)

    Ciao Sergio, la tabella è fondamentale per valutare esattamente quale lunghezza focale devo acquistare/utilizzare per ottenere un determinato risultato, esempio, in certi eventi sportivi il fotografo può posizionarsi in determinate aree stabilite con distanze certe dal soggetto. Se desidero che il soggetto riempia il mio fotogramma/sensore senza che esso venga tagliato, devo calcolare la lunghezza focale che dovrò utilizzare, quindi avvalermi delle formule di cui sopra. Riassumendo tali calcoli non li devi fare sul campo, li devi eseguire prima, per decidere quale obiettivo comprare o portarti con l'attrezzatura.

  • #5

    Paolo (martedì, 07 febbraio 2017 10:10)

    Giro il quesito, utile anche per capire gli aspetti pratici che dimostrano l'importanza di questi calcoli: volendo fotografare il palco di un teatro - boccascena di 6 metri di larghezza per 5 di altezza - posto a 30 metri dal fotografo, quale dovrebbe essere la focale?
    Nel calcolo è importante anche considerare il ccd (nel caso di una macchina digitale)? Ad esempio utilizzando un full frame o un micro 4/3?
    Grazie :)

  • #6

    Luciano Soldatini (martedì, 07 febbraio 2017 19:42)

    Ciao Paolo, riportiamo tutto in millimetri, larghezza boccascena 6.000mm, distanza 30.000 mm, larghezza sensore full frame 36mm, otteniamo: 36x30000 diviso 6000 = 180 mm di lunghezza focale, ......per l'altezza del boccascena basterebbe un 144 mm. Saluti

  • #7

    Stefano (lunedì, 09 aprile 2018 14:41)

    Ciao Luciano, articolo molto molto utile.
    Riprendo una delle domande fatte da Paolo: la dimensione del sensore comporta variazioni nelle formule?

    Suppongo di no dato che le varie formule tengono in considerazione come le ottiche variano la traiettoria della luce per focalizzarla entro un certo perimetro che è il sensore; la differenza al variare del sensore starebbe nel tenere presente che un soggetto avente larghezza di 30mm sul sensore non sborderebbe oltre il limite del frame se ripreso con una fotocamera avente sensore APS-C (25,1x16,7mm).

    Attendo un tuo feedback :)
    Grazie.

  • #8

    Luciano Soldatini (lunedì, 09 aprile 2018 15:44)

    Ciao Stefano, le formule non cambiano, devi solo tenere presente che se vuoi riempire il fotogramma dovrai fare riferimento alle dimensioni del tuo sensore.
    Quindi, alla voce "dimensione sul sensore" dovrai inserire max 23 millimetri, lavorando sulla larghezza. Un sensore APSC difficilmente supera i 23,5 x 15,6 mm.
    Saluti