Fotografia di prodotti

 

Una delle specializzazioni nella fotografia è la ripresa di prodotti commerciali, Still life, puramente orientata alla vendita ed alla presentazione di determinati articoli.

 

La qualità delle immagini e la loro ambientazione scenografica fanno la differenza, tra vendere o non vendere un prodotto. 

Un immagine deve colpire ed emozionare il potenziale cliente, indurlo a fare il passo successivo fino all'acquisto del prodotto stesso.

Il progetto; lo studio dell'ambientazione è fondamentale, per qualsiasi categoria commerciale, quindi un buon progetto è la base di partenza per una eccellente presentazione.

 

La scelta dei materiali per l'ambientazione; un progetto complesso e curato, avrà bisogno di accessori e particolari unici, in grado di valorizzare le caratteristiche estetiche e tecniche del prodotto.

 

Un set fotografico sobrio; la semplicità, spesso, è una soluzione pratica e di grande effetto, dove potrebbe risultare gradevole uno sfondo chiaro o scuro, comunque di alto livello.

 

L'illuminazione; è uno degli elementi fondamentali, è indispensabile un'illuminazione con alta resa cromatica, possibilmente a 5.500 kelvin.

 

Tipo di illuminazione; normalmente vengono utilizzate torce flash e diffusori, con tutte le problematiche che comportano: utilizzo di un esposimetro da studio, gestione della durezza delle ombre, riflessi, corretta illuminazione dello sfondo, in breve, risultati non perfettamente prevedibili.

E' preferibile l'utilizzo di luce continua, nuove tecnologie a Led, con elevatissima resa cromatica, ciò permetterà di studiare le ombre, i riflessi e le zone maggiormente esposte.

Lo schema di luce prevede un'illuminazione principale, una secondaria di riempimento con la possibilità di ulteriori luci per sfondo o zone particolarmente critiche.

 

Accessori indispensabili; diffusori con bracci regolabili, giraffa per l'illuminazione dall'alto, riflettori, monitor esterno di grandi dimensioni per il controllo della composizione e della profondità di campo, telecomando per lo scatto, porta fondali, snodi regolabili per le luci, barra orizzontale per treppiede, filtri per l'obiettivo, chart BW, software per il post produzione.

 

Lunghezza focale; minimo un 85 mm con utilizzo di filtri per il controllo dei riflessi sulle superfici ad alto potere riflettente.

 

Il limbo; uno sfondo continuo senza interruzioni tra il piano orizzontale e verticale, chiaro, scuro o ambientato, di materiale non riflettente per il verticale con la possibilità di alti riflessi sul piano orizzontale.

 

Riprese;  un solido treppiede da utilizzare per la reflex , in alcuni casi è necessaria anche la barra orizzontale, un grande monitor connesso alla reflex per il controllo della scena e l'utilizzo di un telecomando per lo scatto, sicuramente eviterà il micro mosso.

 

Buone regole; è consigliabile procedere con l'inserimento, nel primo scatto, una chart per bilanciamento del bianco ed effettuare la calibrazione per tutti gli scatti in post produzione, se non subentrano variazioni di illuminazione. 

Scattare sempre in RAW, disattivare i sistemi anti vibrazione VR, se necessario utilizzare la messa a fuoco manuale, tenere basso il valore ISO ed utilizzare un diaframma che dia un senso artistico alla nostra immagine.

edito da Luciano Soldatini

Scrivi commento

Commenti: 0