E-shop, strategie sui costi di spedizione

 

A tutti è capitato di inserire dei prodotti nel carrello, inserire i dati sensibili, ed abbandonare l'acquisto con un click,  perché è successo? 

Una delle cause più frequenti dell'abbandono del carrello è dovuto alle spese di spedizione, anche se il prodotto in vendita è in offerta, infatti, un consumatore è più orientato all'acquisto di un prodotto senza spese di spedizione, rispetto ad un prodotto scontato associato a costi di trasporto.

 

Il costo di spedizione influisce direttamente ed in modo incisivo sulle vendite del nostro e-shop, quali strategie possiamo adottare?

 

Spedizione gratuita, formula di successo!

 

Il Cliente che sa di non dover pagare le spese di spedizione, è un cliente più motivato a concludere un acquisto, grandi Brand adottano con successo questa strategia di vendita.

Secondo Marketing Land la spedizione gratuita, incentiva due volte di più all'acquisto rispetto agli sconti sui prodotti.

Chiaramente è possibile applicarla quando i margini di guadagno lo permettono, probabilmente non è quella giusta se il prezzo medio dei prodotti è basso e se la spedizione dei prodotti è costosa.

 

Spedizione gratuita "a partire da"

 

Se per i margini risulta impossibile la spedizione gratuita, è da prendere in considerazione la spedizione gratuita a partire da una determinata spesa.

Anche questo è un buon argomento di vendita, il Cliente è disposto a comprare di più, pur di risparmiare i costi di spedizione.

 

Spedizione flat rate, importo chiaro e fisso per ogni ordine

 

Per poter determinare un costo fisso di spedizione bisogna calcolare il costo medio di spedizione per i prodotti in vendita, verificando nel primo periodo di gestione l'equilibrio tra le cifre incassate e le cifre pagate al corriere.

Qual è il vantaggio?

I vostri Clienti sapranno subito quanto pagheranno di spedizione, costi chiari, fissi ed in linea con il valore della merce acquistata.

 

Se per tipologia di prodotto non è possibile applicare le condizioni di cui sopra, possiamo sempre applicare i costi di spedizione per volume/peso della merce.

Ipotizzando diverse fasce di spedizione per volume e peso, è possibile attribuire ad ogni prodotto un determinato valore VP.

Esempio; se ho standardizzato 5 scatole con volumi diversi, dando un valore VP di 10 alla scatola più piccola, mi basterà assegnare un valore diverso ad ogni prodotto, in pratica la scatola potrà contenere 10 oggetti con VP 1, due oggetti con VP 5 o cinque oggetti con VP 1 più un oggetto con VP 5.

Calcolare esattamente i costi di spedizione per pacchetto è praticamente impossibile, con le spese di spedizione una volta andrete in difetto, un'altra in avanzo, l'importante è andare in pari nel lungo periodo.

 

Più facili e chiare saranno le informazioni sulle spedizioni, più facile sarà per il cliente fare una stima dei costi e procedere con il carrello senza sorprese alla fine del processo.

 

Qualunque strategia venga adottata è fondamentale trovare un partner affidabile e confrontare diverse offerte, il servizio di spedizione viene sempre associato al servizio del venditore, una "cattiva consegna" rifletterà direttamente sulla reputazione on-line del venditore.

 

edito da Luciano Soldatini


Scrivi commento

Commenti: 0